Il mio tedesco

Come e quando

Ho imparato il tedesco quando avevo 22 anni. Avevo già imparato inglese, spagnolo, portoghese e francese, così ho voluto imparare anche una lingua più difficile, ed ho deciso di imparare il tedesco. Ma con il tedesco, ho fatto molti errori.  

Pensavo che avrei potuto imparare il tedesco, allo stesso modo in cui ho imparato le altre lingue. Ma naturalmente il tedesco non è una lingua romanza, e all’epoca non sono riuscito a capire che dovevo sviluppare il mio metodo per ogni lingua, e per questo il tedesco l’ho imparato male

Ma in seguito ho fatto un errore ancora più grande. Ho iniziato ad imparare il tedesco, quando ero l’ultimo anno di università, e avevo tante cose da fare, e dopo un anno non riuscivo ancora a parlare bene il tedesco. Dopo l’università, sono volato a Londra per vivere lì e trovare un lavoro, e purtroppo non ho avuto più il tempo di studiare il tedesco.

E anche quando sono tornato in Italia, ho dovuto trovare un altro lavoro, e così la mia attenzione non era più sull’apprendimento delle lingue. Poi, purtroppo, dopo qualche tempo mi sono reso conto che avevo dimenticato il mio tedesco. Così, ho deciso di studiare di nuove le lingue, ma la prima cosa che ho dovuto fare è stata quella di migliorare il mio tedesco. E ho letto molti libri e molti articoli di giornale, ma a volte parlo ancora un tedesco broken, sgrammaticato

Viaggi

Sono stato già diverse volte in Germania, sono stato a Berlino, a Monaco e a Colonia, e sono stato due volte in Austria, a Vienna, ma sempre in inverno, quindi faceva sempre molto freddo…

 

Cosa ne pensi? Fammelo sapere lasciando un commento in basso!

Non dimenticarti di iscriverti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, e di seguire Rafter’s Languages su Facebook, Youtube, Twitter, Google+, Instagram e Patreon!

About Raffaele Terracciano

Studente seriale di lingue, Blogger, Language Coach e Tour Leader. Viaggio in giro per il mondo attraverso i libri, le lingue, il cibo e, ogni tanto, viaggi veri. Attualmente in missione per raccogliere i pezzi della torre di Babele.